domenica 16 marzo 2008

Adios IBM

Il tempo non ce la fa. Di male in peggio. Quintali di acqua sono scesi dal cielo. Ieri era tutto grigio buio e uniforme. NOn smetteva più. Oggi è, per lo meno altalenante. Week end di San Patrick, l'Irlanda si veste di verde ancora di più. Fiumi di alcool e di persone. Non ho grandi progetti. Mercoledì ho dato l'addio all'IBM e in questi giorni mi sono riposata in attesa di una nuova avventura. Inizio martedì. Il lavoro non mi crea grandi preoccupazioni. In compenso mi crea grandi preoccupazioni la mia macchina, l'ho portata due volte dal meccanico ogni volta che ne esce torna con un problema risolto e un problema scoperto. Questa cosa mi rende isterica. Primo perchè non è che la mie nozioni di meccanica mi portino molto lontano, secondo perchè è una continua fuoriuscita di denaro. Insomma la macchina mi sarà fondamentale per raggiungere il posto di lavoro, quindi che fare? Imprecare è inutile (ma scontato), incrociare le dita, sperare, ma soprattutto risolvere qusto noiosissimo problema. Che non è la fine del mondo, ma una di quelle cose irritanti che ti fa rendere conto di quanto dipendiamo da cose superflue. Come quando ti scordi il cellulare a casa e stai nervoso tutto il tempo, perchè chissà, magari ti chiama prorpio quella volta, una persona che proprio dovevi sentire, percheè magari con quella telefonata sarebbero potute cambiare le sorti del mondo..Sì insomma sono inviperita con il meccanico. Ora giusto per non protrarre a oltranza il problema cambio meccanico, per la serie ritenta sarai più fortunata.
Dell'IBM non credo sentirò una gran mancanza, mi dispiace ovviamente per alcune persone, ma cambio lavoro, non paese!
HO ricevuto pure un regalo quando me ne sono andata..Un bellissimo braccialetto e un voucher da spendere nel mio negozio preferito (già consumato speso in ulteriore cianfrusalglia).
Domani quindi grande sfilata di San Patrick e martedì al via la nuova avventura. Arriveranno aggiornamenti e la mia macchina si riprendraà (spero)...

5 commenti: